Blog

Nuovi amici!

2

Domenica scorsa 22 aprile, si è svolta all’Hotel Roma l’inaugurazione della Mostra “Linea Gotica a Porretta Terme”.
Il motivo di tale evento è duplice; da una parte abbiamo sentito l’esigenza di esprimere il nostro impegno per ricordare coloro che nella Seconda Guerra Mondiale sacrificarono le loro vite per la nostra libertà.
Dall’altra, abbiamo sentito l’esigenza di integrare Porretta Terme al circuito turistico della Linea Gotica dalla quale in questi anni è stata esclusa.
Infatti, a parte le commemorazioni di rito, Porretta non figura negli itinerari turistici dedicati a tale importante pezzo di storia, cosa alquanto sorprendente, vista l’importanza strategica che il nostro territorio ebbe in quel tragico periodo storico.
E’ bene quindi ricordare che a Porretta Terme nell’inverno del 1944-45 per diversi mesi stazionarono le truppe alleate e in particolar modo i soldati Brasiliani della FEB comandati dal Generale Mascarenhas de Morais che istituì per i primi tempi il proprio Quartier Generale proprio all’Hotel Roma, spostato poi alle Terme Alte per i continui bombardamenti Tedeschi.
Il ricordo della popolazione locale riguardo alle truppe Brasiliane racchiude un senso di amicizia per la gentilezza e la solarità di quei giovani soldati che instaurarono con la gente del posto un ottimo rapporto di aiuto reciproco.
Inoltre, proprio a Porretta, importanti Generali alleati, primo tra tutti il Comandante della 5a Armata il Generale Mark Clark, vennero in visita nella cittadina termale per discutere con Mascarenhas i dettagli dell’Operazione Encore che, il 19 febbraio 1945, diede l’avvio allo sfondamento della Linea Gotica dov’erano asserragliate le ultime difese Tedesche.
E’ da Porretta (e Lizzano) infatti che, i Brasiliani della FEB sul fianco destro e gli Americani della 10th Mountain Division su quello sinistro, con il supporto di alcuni reparti Partigiani, attaccarono e sfondarono le line Germaniche nelle famose battaglie di Monte Castello e Monte Belvedere.

La Mostra è costituita da diverse fotografie della FEB e da altro materiale bellico della Seconda Guerra Mondiale, tra cui una fiammante jeep americana “Willys” prestata per l’occasione da Andrea Gandolfi del Museo di Iola di Montese.
Tale mostra è parte di un importante progetto turistico di Porretta Terme Way che prevede la realizzazione di un’esposizione permanente nel salone dell’Hotel Roma di cimeli, fotografie e mappe storiche riguardanti il ruolo di Porretta Terme nella Linea Gotica e che verrà utilizzata come punto di partenza e sala briefing per la visita di itinerari lungo i luoghi storici del nostro territorio riguardanti la Seconda Guerra Mondiale da parte di turisti e scolaresche.
La giornata di domenica 22 aprile è stata vissuta con grande entusiasmo, sia da parte nostra come organizzatori dell’evento, che dagli illustri ospiti intervenuti.
Abbiamo infatti avuto l’onore di accogliere alla nostra Mostra importanti autorità civili e militari Brasiliane e Italiane che avevano partecipato alla precedente celebrazione della scopertura del busto del Generale Mascarenhas, donato dai Brasiliani alla cittadina di Porretta Terme.
In particolare, abbiamo avuto l’occasione di conoscere Vinicius Lummertz Ministro del Turismo Brasiliano, Antonio Patriota Ambasciatore del Brasile in Italia, Mario Pereira Amministratore del Monumento Votivo Militare Brasiliano di Pistoia e custode della memoria della FEB in Italia e diverse altre personalità Brasiliane.
Inoltre, dopo il rinfresco offerto agli ospiti, Riccardo Fioravanti, Presidente di Porretta Terme Way, a nome dell’Associazione, ha consegnato una targa commemorativa a Vinicius Lummertz, Ministro del Turismo Brasiliano.
Un grazie speciale ad Ermanno Squarcina, Direttore dell’Hotel Roma, che ha creduto in tale progetto.

Fotografie di Giovanni Modesti, Partner di Porretta Terme Way

 


Riccardo Fioravanti
Presidente di Porretta Terme Way

Annunci

Un sublime pranzo storico

Pranzo Transappenninica Il Bassotto

In occasione della manifestazione TRANSAPPENNINICA 2018 dedicata alla strada ferrata Bologna-Pistoia-Firenze, un imperdibile evento culinario per il pranzo di domenica 8 aprile.
Lo Chef Franco del Ristorante IL BASSOTTO di Porretta Terme ha creato questo speciale menù per omaggiare la storia della nostra ferrovia e per ricordare le incredibili unicità del suo percorso, lungo il mitico tragitto della transappenninica.
Vi aspettiamo per un pranzo storico!

Menù Transappenninica 2018

Partenza: La Transappennica
(Finocchiona con marmellata di fichi e coppa di testa con parmigiano reggiano)

Prima fermata: Dedicato a Fortunato Agati
(Fagottino di sfoglia ripieno di garganelli con ragù al coltello, besciamella, uovo e funghi)

Seconda fermata: 1864 – Il Re
(Sovra coscia di Faraona farcita con salsa Cumberland)

Arrivo: Jean Louis Protche e la prima galleria elicoidale
(Spirale croccante farcita con creama, zabaione, cioccolato e panna)

A partire da 30 euro

Solo su prenotazione:
Ristorante IL BASSOTTO
Tel. 0534-23206 – Mail: info@hotelsantoli.com

 


Porretta Terme Way (C) 2018

Transappenninica 2018

volantino_transappenninica2018

7/8 aprile 2018
TRANSAPPENNINICA 2018

Un viaggio in treno a Porretta Terme con partenza da Firenze o Bologna lungo l’antica via Transappenninica della ferrovia Porrettana.

L’emozione di viaggiare su un antico treno storico tra crepacci e gole mozzafiato. Visiteremo le antiche gallerie di Piteccio e il bellissimo Museo dei Rotabili Storici di Pistoia dove potremo ammirare le antiche locomotive a vapore.

Scegli la tua esperienza: esplora il territorio tra escursioni guidate a piedi o in ebike (MTB a pedalata assistita), oppure rilassati alle Terme di Porretta con la visita alle sorgenti sotterranee e una  pausa benessere allo stabilimento termale.

Per maggiori informazioni clicca qui

 


Porretta Terme Way (C) 2018

 

10 consigli per San Valentino

volantino_sanvalentino2018

Si avvicina la data in cui si celebra l’amore e inizia così la ricerca per trovare il regalo più bello o la situazione più magica per passare un giorno speciale col proprio partner.
Per questo motivo, ti proponiamo 10 consigli per rendere il tuo San Valentino a Porretta Terme un giorno indimenticabile!

1) Compra una Rosa Rossa per la tua dolce metà. Può sembrare una scelta scontata, ma la forza di questo simbolo dell’amore non ha eguali per testimoniare la bellezza dei suoi petali profumati e allo stesso tempo la delicatezza e la cura necessaria nel maneggiarla per non ferirsi con le sue spine. Dall’alba dei tempi la Rosa Rossa simboleggia il vero amore e la passione ❤

2) Prepara un ricordo indimenticabile: trova una bella foto di voi due insieme e portala da Mas Hi-Fi; Giovanni Modesti ti farà un ritocco grafico eccezionale aggiungendo la frase d’amore che più preferisci e stampandotela della grandezza che tu sceglierai per poterla esporre a casa tua!
– MAS HI-FI – Via Mazzini n. 55 – Tel. 0534-22306

3) Il tuo partner è un vero tesoro? Vai da Esther Gioielli e scegli un dono prezioso come il vostro amore!
– ESTHER GIOIELLI – Via Mazzini n. 51 – Tel. 0534-22489

4) Vuoi dare un tocco piccante al vostro incontro di San Valentino? Regala un coordinato intimo da urlo!
– CASA DELLA CALZA – Piazza della Libertà n. 16

5) Vuoi illuminare la tua serata di una luce diversa. Da F.lli Nanni una gamma di articoli per l’illuminazione ti aiuterà a trovare una nuova atmosfera per la tua casa!
– F.LLI NANNI – Via Mazzini n. 112 – Tel. 0534-22113

6) Vuoi passare un San Valentino veramente speciale? Porta il tuo partner in uno dei nostri Centri Benessere per coccolarvi fino al tramonto. Un massaggio di coppia, il relax di una vasca idromassaggio, una bella sauna rilassante sono alcune delle meraviglie che potete regalarvi in questo giorno dedicato all’amore!
– Centro Benessere Hotel Santoli – Via Roma n. 3 – Tel. 0534-23206
– Hotel Bertusi Golden Spa – Via Mazzini n. 105 – Tel. 0534-22072

7) Gustatevi una prelibata Cena Romantica a “I MERCOLEDI’ DELLO CHEF”!
– Ristorante Bertusi – Via Mazzini n. 105 – Tel. 0534-22072
– Ristorante Il Bassotto – Via Roma n. 3 – Tel. 0534-23206
– Ristorante Italia – Piazza della Libertà n. 2 – Tel. 0534-22923

8) Vuoi allungare la tua serata di San Valentino pernottando in uno dei nostri alberghi di Porretta Terme? Privacy, liberta e originalità sono gli ingredienti per una notte indimenticabile!
– Hotel Roma – Piazza Vittorio Veneto n. 4 – Tel. 0534-21535
– Hotel Italia – Piazza della Libertà n. 2 – Tel. 0534-22923
– Hotel Santoli – Via Roma n. 3 – Tel. 0534-23206
– Hotel Bertusi – Via Mazzini n. 105 – Tel. 0534-22072

9) Ti piace cucinare e vuoi stupire il tuo partner con una cena stuzzicante di alta gastronomia preparata da te? Vai da Dadi o da Naturalmente Appennino per fare incetta di prodotti gastronomici di altissima qualità del tuo territorio. Sorprendi il tuo partner con una cena da favola!
– Naturalmente Appennino – Via Roma n. 34/i – Tel. 0534-22361
– Da Dadi – Via Mazzini n. 67 – Tel. 0534-23482

10) Dille ti amo tutti i giorni della vostra vita e cura il vostro amore come se da oggi ogni giorno fosse sempre San Valentino, perché un grande amore va accudito come un fiore che può appassire se non lo si cura tutti i giorni oppure può diventare sempre più forte e profondo se lo nutri con gioia, gentilezze e tanto amore ❤

 


Riccardo Fioravanti
Responsabile Marketing, Comunicazione e Ufficio Stampa di Porretta Terme Way


 

I Mercoledì dello Chef

volantino_imercoledidellochef_2018febbraio

Lo Chef è per noi il cuore di un ristorante. E’ il regista della cucina che insieme al titolare sceglie che genere di impostazione dare al progetto imprenditoriale di ristorazione e che decide se puntare alla qualità. E’ lo Chef che va al mercato a comprare le materie prime che verranno cucinate ed è sempre lo Chef che nei migliori dei casi ricerca le aziende agricole della zona per trovare il cibo sano e genuino a kilometro zero. E’ lo Chef dunque che ha il potere di favorire la creazione di una filiera corta del cibo, portando il proprio ristorante nell’Olimpo dell’alta gastronomia.
E quando lo Chef sceglie la qualità, il ristorante diventa di qualità e di conseguenza anche il territorio ne beneficerà. Per questo abbiamo deciso di rilanciare i ristoranti della nostra rete Porretta Terme Way partendo proprio dagli Chef; perchè con loro vogliamo anche rilanciare il nostro territorio.
Oggi, grazie ai sempre più gettonati programmi televisivi, libri e inchieste sul mondo dell’alimentazione, della cucina e degli Chef, la gente è molto più attenta a cosa mangia e a chi cucina i propri pasti.
Con questa iniziativa il nostro intento è quindi quello di innalzare l’asticella della qualità dell’alimentazione dell’Appennino Tosco Emiliano e portare così il nostro territorio a diventare sinonimo di qualità del benessere anche nel mondo del cibo, con una filiera corta agro alimentare di alta qualità e con gli Chef, i Commercianti di alimentari e gli Agricoltori uniti insieme per offrire non solo cibo genuino, ma anche per dimostrare le proprie capacità di fare gioco di squadra per promuovere tutti uniti la propria amata terra.

 


Riccardo Fioravanti
Responsabile Marketing, Comunicazione e Ufficio Stampa di Porretta Terme Way


 

Marketing Circolare

Che si voglia promuovere e vendere un servizio, un prodotto, una persona, un’impresa, un’associazione, un idea, un valore o un territorio, se si vuole raggiungere un successo ampio e duraturo, l’approccio a tale intento deve essere circolare, ovvero tenere conto di tutta la realtà e non solo di quella parte dell’esistenza che tocca in modo diretto il proprio mondo, come fanno ancora gran parte delle imprese.

Le 4 grandi sezioni della realtà del Marketing Circolare sono le Persone che creano il progetto, la Natura, l’Impresa e la Società. Quando si opera per creare un progetto in cui vendere qualsiasi cosa, è necessario partire da questa base per poi costruire un piano che tenga conto di tutte le parti della realtà che in un modo o nell’altro influenzeranno il nostro lavoro di creazione e sviluppo del progetto.

Il focus del Marketing Circolare è un ulteriore evoluzione delle ultime conquiste nel settore del marketing. All’inizio le aziende erano orientate verso se stesse (product oriented), poi in un secondo momento c’è stata l’illuminazione di comprendere che per migliorare i risultati era importante spostare il punto di osservazione verso l’esterno e non all’interno come si era sempre fatto. Da questa presa di coscienza, il passo successivo è stato quindi quello di focalizzarsi verso il mercato (market oriented) e di seguito al client oriented, dove l’azienda studia il cliente per creare successivamente il prodotto o servizio da vendere.

Nel Marketing Circolare, lo step evolutivo fa un ulteriore grande balzo in avanti; il focus tiene conto che l’obiettivo non deve solo studiare i clienti per raggiungere esclusivamente grandi risultati aziendali finanziari, ma è necessario anche comprendere come la propria impresa influenza l’ambiente in cui essa opera: la natura e la società. Si ribalta quindi ancora una volta l’obiettivo, avviando un processo di consapevolezza rispetto a quelle dinamiche della vita che vengono costantemente tralasciate perchè considerate secondarie, mentre nella realtà esse fanno la differenza in un bilancio più profondo e completo.

L’impresa che applica il Marketing Circolare non calcola quindi solo il proprio successo, ma valuta anche come essa contribuisce ad un benessere e ad un successo collettivo, consapevole che tale impegno al di fuori dei propri risultati individuali, nel tempo sarà riconosciuto dal mondo esterno e diventerà un patrimonio dell’impresa stessa.

Un’azienda quindi che avrà cura dell’ecosistema circostante e che si impegnerà a non inquinarlo, che terrà conto delle esigenze dei propri lavoratori, dei collaboratori e della comunità di persone che vive vicino alla propria attività, che considererà importanti le relazioni con le istituzioni, la scuola, il mondo associativo e le altre aziende della propria zona, sarà un impresa che arricchirà non solo se stessa, ma anche il territorio in cui opera, che a sua volta la renderà ancora più forte.

 


Riccardo Fioravanti
Responsabile Marketing, Comunicazione e Ufficio Stampa di Porretta Terme Way